Una panchina per Julie

A due anni e mezzo dalla scomparsa di Julie Hamelin Finzi, co-fondatrice della Compagnia Finzi Pasca e moglie di Daniele, la città di Montréal le ha intitolato un parco. 

L’iniziativa fa parte del progetto «Toponym’Elles», che omaggia alcune figure femminili canadesi di rilievo

«Quando è morta Julie la città di Montréal voleva dedicarle qualcosa; all’inizio si pensava a una strada. Ma poi, riflettendo sul suo carattere giocoso si è optato per un parco», racconta Daniele Finzi Pasca. «Si trova in un luogo meraviglioso, di fronte all’entrata principale del Cirque du Soleil ed è un posto frequentato da tante famiglie».

Il parco è stato inaugurato poco più di una settimana fa:«Sono arrivati amici da tutto il mondo, in tanti sentivano di avere un debito con lei, è stata un’emozione micidiale». Nel giardino c’è anche una panchina rossa che arriva direttamente dalle rive del Ceresio (nella foto sopra, pubblicata dalla Compagnia su Facebook).

«Abbiamo portato in Canada una panchina di Lugano perché Julie, oltre ad aver lasciato in Ticino una traccia importante, ha portato un po’ di Lugano a Montréal» racconta ancora Finzi Pasca. «Come tanti altri, anche lei amava sedersi sulle panchine a riposare e meditare guardando il lago ed ecco che abbiamo pensato di impacchettarne una, caricarla su un aereo e trasportarla oltreoceano».

Sulla panchina c’è una scritta bianca, quel «Per te» che è il titolo dello spettacolo scritto e diretto da Finzi Pasca e dedicato proprio a Julie.

Corriere del Ticino, 17.9.2018